Salemme, omaggio a Napoli e a De Filippo

In sala Una festa esagerata con Gallo, D'Aquino e Forte

Solutions Manager
  • In sala Una festa esagerata con Gallo, D'Aquino e Forte
  • (ANSA) - ROMA, 20 MAR - Si ride con 'Una festa esagerata' di Vincenzo Salemme, commedia di derivazione teatrale in sala dal 22 marzo in 350 copie distribuite da Medusa e con la musica di Antonio Piovani. Cast perfetto (oltre a Salemme, Massimiliano Gallo, Tosca D'Aquino e Iaia Forte) per raccontare con ritmo la napoletanità e rendere un omaggio dichiarato a Eduardo De Filippo e a Natale in casa Cupiello: "Il mio personaggio di Gennaro Parascandolo ha lo stesso modo di guardare la vita di Luca Cupiello".
        Siamo a Napoli a casa Parascandolo dove fervono i preparativi per la sontuosa festa dei 18 anni di Mirea (Mirea Stellato), figlia del geometra Salemme e dell'ambiziosa moglie Teresa (Tosca D'Aquino). Gennaro, assistito da Lello (Massimiliano Gallo), non troppo sveglio aiutante del portiere, sente di aver fatto tutto il possibile ed è sereno, ma il destino gli si mette contro. Al piano di sotto l'anziano signor Scamardella, che abita insieme alla figlia zitella (Iaia Forte), muore. Che fare? Si può portare avanti la festa?