Premio Paganini, progetto Genova-Cina

Opera di Comune e di un maestro genovese trapiantato a Chengdu

Solutions Manager
  • Opera di Comune e di un maestro genovese trapiantato a Chengdu
  • (ANSA) - GENOVA, 22 MAR - "Nei paesi asiatici 'Paganini' è il personaggio genovese più cercato in assoluto, più di Colombo, a riprova di come sia un brand irrinunciabile per la nostra città": nelle parole dell'assessore alla Cultura e marketing territoriale del Comune di Genova Elisa Serafini sta il senso del progetto culturale presentato a palazzo Tursi, proprio nella sala che ospita il 'Cannone', il celebre Guarneri del Gesù che appartenne al violinista genovese e che vede Genova e la Cina unite in una partnership di respiro internazionale. La Sichuan Philarmonic Orchestra di Chengdu (Cina), infatti, ha offerto un concerto premio e un cachet a uno dei vincitori del concorso internazionale Premio Paganini che si svolgerà dal 5 al 14 aprile nel capoluogo ligure. Il progetto è stato realizzato anche grazie all'attività del maestro Lorenzo Tazzieri, giovane talento trapiantato in Cina (ma attivo anche in Giappone, in Sudamerica e nei Paesi arabi) ma genovese di nascita, direttore principale della Sichuan Philarmonic Orchestra.