Calcio: Inzaghi, 'Bravi a recuperare, ora arriva difficile'

Di Francesco nervoso: perdite tempo e raccattapalle spariti

Solutions Manager
  • Di Francesco nervoso: perdite tempo e raccattapalle spariti
  • (ANSA) - ROMA, 07 FEB - La sesta vittoria consecutiva grazie al ritorno al gol di Ciro Immobile e ora la testa tutta all'Inter. La Lazio supera il Cagliari di misura, a fine match si è detto soddisfatto Simone Inzaghi: "Sapevamo che era una gara insidiosa e difficile. I ragazzi l'hanno interpretata bene, non abbiamo rischiato nulla e ora dopo 6 vittorie di fila dobbiamo continuare perché all'inizio abbiamo perso tanti punti". Il tecnico biancoceleste ritrova il quarto posto alla pari della Roma e arriva a -9 dalla vetta, tuttavia sa bene che ora servirà di più: "Vogliamo rimanere nell'Europa che conta.
        Davanti a noi abbiamo cinque colossi ma se riusciamo a recuperare tutti penso che ce la giochiamo alla grande come gli altri anni", ammette Inzaghi. Che sul contratto conferma: "Lotito ha fatto la sua offerta, io l'ho letto con calma, come tutte le cose ci dovrà essere una trattativa. Il presidente si è comportato benissimo, con i suoi tempi. Secondo me siamo a buon punto". Di fronte, oggi, un Cagliari inedito con difesa a tre grazie all'innesto del nuovo acquisto di Rugani: "Loro hanno avuto un predominio netto ma noi abbiamo avuto sia l'occasione per passare in vantaggio, sia per andarla a riprendere - spiega Di Francesco - Il nuovo sistema di gioco non è difensivo, può trovare continuità. L'ho fatto anche con il Barcellona, con giocatori diversi ma con una squadra che era più disposta a cambiare vestito. Ma oggi l'atteggiamento dei miei mi è piaciuto". Il tecnico dei sardi precisa anche il nervosismo nel finale quando i rossoblu speravano di poterla recuperare: "Perdite di tempo e raccattapalle che spariscono - chiarisce l'ex romanista - non mi sono piaciuti certi atteggiamenti ma per me finisce tutto lì. Il campo porta tutti ad essere nervosi.
        Vista anche la situazione, penso che da parte mia un po' di nervosismo ci possa stare". (ANSA).