Azzurri: Italia canta a Sanremo in coro diretto da Amadeus

Protagonisti del promo del Festival, in onda da ieri sulla Rai

Solutions Manager
  • Protagonisti del promo del Festival, in onda da ieri sulla Rai
  • (ANSA) - ROMA, 18 DIC - La Nazionale e Sanremo entrano insieme nelle case degli italiani. Sulle reti Rai, infatti, da ieri sera vanno in onda i due promo di Natale per il Festival della canzone italiana, realizzati a Coverciano nelle scorse settimane: protagonista il coro formato dagli Azzurri, diretto da Amadeus nei panni del direttore d'orchestra, affiancato in questo ruolo dal capo delegazione Gianluca Vialli e dal team manager Gabriele Oriali.
        Gli azzurri cantano la canzone "Si può dare di più" che vinse il Festival di Sanremo nel 1987 con il trio Morandi-Tozzi-Ruggeri, che lancia un messaggio importante e di speranza in questo difficile periodo che sta vivendo il Paese. In un secondo video, invece, la squadra Azzurra è protagonista di un brano che conosce molto bene e che ogni volta che scende in campo canta con passione e con orgoglio, l'Inno di Mameli.
        Un binomio, quello costituito dalla Nazionale e da Sanremo, che rappresenta la punta di diamante dei programmi Rai, entrambi amati dagli italiani e protagonisti dei più alti ascolti televisivi. La settantunesima edizione del Festival di Sanremo, dunque, parte quest'anno da Coverciano, la casa della Nazionale e delle squadre azzurre. "Un inizio migliore - ha dichiarato Amadeus nell'intervista realizzata da Vivoazzurro - non poteva esserci, per me che amo la Nazionale è una grande gioia essere qui dove sono stato accolto da un'ospitalità incredibile. Voglio ringraziare tutta questa grande famiglia, il presidente Gravina, il ct Mancini, Vialli, Oriali e tutta la squadra che si è prestata a questa insolita esperienza. Questo è un gruppo fortissimo non solo sul campo, ma anche nella quotidianità, sono ragazzi divertenti, spiritosi, molto affiatati tra di loro. E questa è una grande iniziativa: quello con la Nazionale è un gemellaggio che esiste da sempre e il mio augurio è che arrivi sempre più forte fino all'Europeo, perché è lì che insieme dobbiamo vincere". (ANSA).